Volentieri pubblichiamo la nota che riassume e presenta il frutto del lavoro fatto da molti volontari. Finalmente l’Area delle Tegnue è pronta e attrezzata.

Speriamo solo che non intervengano fatti umani e metereologici a danneggiare quanto fatto e che boe, mede e percorsi rimangano a disposizione di tutti.

Oggi, domenica 11 giugno 2017, può dirsi concluso il riposizionamento di tutte le boe nell’Area delle Tegnùe.

Abbiamo riposizionato anche la boa scomparsa, la cui cima è stata tagliata. Peccato, un’altra occasione persa per dimostrarsi diversi agli occhi della comunità che ci giudica.

Il lavoro, iniziato il 24 maggio, ha visto l’impegno di molti subacquei , risorse tecniche e organizzative.

La giornata iniziava alle 7:00 per concludersi, dopo ore ed ore di “mare” alle 18:00 ed in alcuni casi anche alle 19:00 ma giunti a terra, davanti ad una birra sul pontile, tra sorrisi e pacche sulla spalla per la soddisfazione, sapevamo di aver fatto il nostro dovere.

La fatica, il sudore, non sferzano mai  un subacqueo spinto dalla passione, motivato dal desiderio di dare un contributo al proprio mare, a quell’angolo meraviglioso che sono le Tegnùe: patrimonio della collettività dei subacquei e della Città di Chioggia.

Sono stati giorni complicati questi. Troppe voci, troppe strilla, anche di soggetti che non conoscono né la subacquea né il mare. Confondono la boa con il rettile omonimo. Ma il nostro “mondo” è fatto anche di questo, di inutili polemiche, di vorticose giravolte. E’ sempre stato così, ma non ci siamo mai scoraggiati, non ci ha mai fermato nessuno.

Amare il mare, vuol dire lavorare per lui, senza né statue né altari, senza targhe o riflettori,  nel silenzio, dietro le quinte, nel rispetto di tutti, sapendo che ogni volta è come la prima volta, sapendo che il mare ci regala emozioni vere, che ti entrano dentro e non ti lasceranno mai più.

Andiamo avanti, un mare di immersioni ci aspetta.

Un grazie in particolare a Reef Chioggia che in questi giorni mi ha sopportato sotto tutti i punti vista, un grazie a Leonardo che mi ha seguito in tutte le immersioni, grazie a Rossano e Santino. Grazie  a Cristiano, Pietro, Davide & Davide, Marco, Fabio, Luca. Grazie a chi ci ha sostenuto, in silenzio, SEMPRE!

Adesso, come ci si augura nel nostro “mondo”: BUONE BOLLE A TUTTI!

Filippo…………………un subacqueo da sempre!